Progetti area devianza e carcere

Progetti area devianza e carcere
24 febbraio 2015 mippo

“Un orto per evadere” è un progetto di agricoltura sociale realizzato all’interno della Casa Circondariale di Tolmezzo insieme alla cooperativa consorziata Irene 3000 ed in stretta sinergia con il Servizio Sociale dei Comuni dell’UTI della Carnia, la Direzione della Casa Circondariale di Tolmezzo, il Centro di Formazione Agricola Permanente (CEFAP) e l’Ufficio di Esecuzione Penale Esterna di Udine, Pordenone e Gorizia (U.E.P.E.)

 

Il lavoro di coltivazione e raccolta dei prodotti orticoli, all’interno dei 7.000 mq di terreno e della serra a disposizione, ha reso possibile anche per il 2016 l’attivazione di specifici tirocini formativi a favore di 15 persone detenute. Il progetto è proseguito anche nel corso del 2016 raggiungendo due importanti obiettivi:

  • l’assunzione di quattro persone detenute da parte della cooperativa Irene 3000, a seguito della formazione erogata dal CEFAP;
  • la trasformazione alimentare di parte dei prodotti orticoli raccolti in quattro diverse conserve che saranno vendute presso i negozi equo-solidali regionali.

L’impegno del consorzio sul “tema carcere” è proseguito anche negli incontri dell’Ambito socio-assistenziale “4.1 Udinese” sul tema dell’inclusione sociale e della devianza; verso la fine del 2016 il consorzio è risultato aggiudicatario, in partnership con altri soggetti cooperativi e non, di uno specifico progetto legato alla “realizzazione di attività socio-culturali a beneficio di persone detenute, in esecuzione penale esterna, ex-detenute o a disposizione dell’autorità giudiziaria minorile e della Comunità locale”.
Tale progetto ha avuto un suo primo sviluppo nella realizzazione della “due giorni” intitolata “Dal carcere al territorio: opportunità e risposte inclusive” (1 e 2 dicembre 2017).

0 Commenti

Lascia una risposta